Atlante di Torino


 

Alla fine del seicento a porta di Po sorgeva una prigione onorata per le persone di riguardo.

Per molti anni il carcere principale fu quello sito nel palazzo del Senato, isola 30, nell’attuale v. San Domenico.
Furono anche usate come prigione le torri di palazzo Madama, in p. Castello, e la Cittadella.

image-1Nel 1869
      - Carceri Criminali - v.San Domenico 13
      - Correzionali - v. Stampatori 3
      - Delle Forzate - v. San Domenico 32 per le postitute, poi correzionale per giovani


      - Torri, nel palazzo delle Torri Palatine - per le dame
      -  Nuove in contrada S. Avventore (c.Vittorio Emanuele)
      - La “Generala” - sulla strada di Stupinigi per le prostitute che prima erano anche rinchiuse nel “Castro” (non più esitente) situato nell’attuale corso Massimo D’Azeglio

 

 

Vedi la monografia sul vecchio carcere "Le Nuove"

 

 

Padri della Missione a 2 km da Torino sulla via Nizza a sinistra dal 1838 per donne e sifilocomio. Nel 1874 viene trasferito al Martinetto.

Il crottone era una sorta di camere di sicureza, nelle cantine di Palazzo Madama quando vi aveva sede la Questura.

Le Nuove vennero costruite tra il 1857 e il 1869 in corso di S. Avventore (poi V. Emanuele II) con 632 celle.
L’11 aprile 1969 scoppiò una rivolta nelle carceri Nuove di Torino, per protesta contro il regolamento carcerario e per il sovraffollamento della struttura.
L’episodio innescò l’esplodere di altre agitazioni in vari istituti di pena di diverse città italiane.

Gli istituti per la correzione dei minori erano:

l’Ergastolo dal 1786,
Via Carlo Francesco Ormea 127 e 129
i ragazzi che avevano commesso reati non venivano portati in questo istituto, ma nelle carceri comuni  con gli adulti;
si arrestavano e si processavano i ragazzi dai dodici anni in su.

il Buon Pastore (femminile) dal 1843,
Corso Principe Eugenio 12 e 14

image-1La Generala dal 1845 (dal 1935 denominato “Ferrante Aporti”).
Correzionale agricolo pei giovani discoli
Corso Unione Sovietica 327

 

 

 

 

La  “Società Reale di patrocinio per i liberati dalle Case di correzione e pena” (dal 1846) poi diventato Istituto “Cesare Lombroso”.
piazzale Croce Rossa Italiana 133 per reinserire i giovani usciti dal riformatorio


Torna alla zona - C - dove c'era l'antico carcere del Senato -