Atlante di Torino

 


 

Il caposcuola della pubblicità moderna

Armando Testa (1917-1992) considerato il caposcuola della pubblicita’ italiana, ha esplorato i diversi linguaggi della comunicazione visiva, inventandone di nuovi e adottando i mezzi tecnologicamente piu’ avanzati. E’ stato uno dei primi creativi ad utilizzare fotografia, fotomontaggio, disegno, suono per definire una singola immagine.


Dopo la guerra nel giro di pochi anni diventa leader nel settore. Nel 1958 vince il concorso per il manifesto ufficiale delle Olimpiadi di Roma ma il progetto viene rifiutato. Partecipa quindi al secondo concorso e vince anche questo. Si afferma nella pionieristica pubblicità televisiva, fra gli anni Cinquanta e i Settanta, con immagini e animazioni filmate, rimaste nella storia della pubblicità e nel linguaggio comune.

Nel 1924 venne fondata l’URI (Unione Radiofonica Italiana) che nel 1925 assunse il nome di EIAR passando sotto il controllo della torinese SIP (Società Idroelettrica Piemontese), mentre nel 1926 era nata la SIPRA per gestirne la pubblicità. Radio la stazione di Torino venne inaugurata l’1/11/1929.

image-1image-1image-1

image-1image-1


 

 

 

 

 

 

 

 

Vedi le pubblicità del 1884